Jump to content

Da Lantano Sud


helys

Recommended Posts

Sembra buona, Carlo. Ce la conserviamo per la prossima. Intanto forse non occorre girarla, se sei d'accordo, perchè l'ingresso nella mappa sarebbe da EST e, quindi, credo vada bene così. O no?

 

:ciao:

 

P.S.

1) Scaricata senza problemi.

2) Cosa sono i ripetitori? Non ho ben compreso quello che intendi.

 

3) Ritardo dovuto a vari giorni senza ADSL

Link to post
  • Replies 274
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Qualche immagine tra il Km 24 e 27 con la stazione di transito di Monte Eria.            

Qualche immagine dal Km 32 in avvicinamento ad Oltena             Tutto ovviamente da rifinire e completare.  

Riprendiamo da quì. Queste le immagini dei lavori in corso al km 15,800 circa.  

Posted Images

1 ora fa, helys ha scritto:

2) Cosa sono i ripetitori? Non ho ben compreso quello che intendi.

Dopo svariate decine di modelli, variamente componibili, realizzati (il cdp contiene 146 elementi solo per i segnali singoli e doppi), una fase di ricerca e sviluppo degna delle missioni marziane della NASA, speravo di non leggere questa domanda :rotfl:

 

Intende i segnali alti di partenza

il cui scopo è appunto, in ambito di stazione, ripetere lo stato del segnale vero e proprio in caso di sua scarsa visibilità (lontananza o presenza di ostacoli o tratti in curva che comunque ne pregiudicano visibilità).

Chiaramente gli stati sono solo due: spento (segnale di cui indica lo stato chiuso) e acceso (un qualsiasi stato diverso dalla via impedita).

Link to post

I ripetitori (il cui nome corretto è "indicatori alti di partenza") sono questi, realizzati da Walter in tipologie adatte per ogni situazione:

 

Servono per indicare ai macchinisti l'aspetto di un segnale non visibile (perché posto oltre una curva, o a notevole distanza dalla testa del treno).

 

Per esempio, nel nostro caso, il Fabbricato Viaggiatori (ed i marciapiedi) sono all'estremità est del piano binari.

I segnali lato Est, quindi, si trovano direttamente all'estremità Est dei marciapiedi.

I segnali lato Ovest, invece, si trovano molto distanti (diverse centinaia di metri) dall'estremità Ovest dei marciapiedi. Il macchinista di un treno passeggeri diretto a Ovest, quindi, non può facilmente vedere l'aspetto di tali segnali.

 

Oltena_v0-2.thumb.jpg.b60198de54b43b96f8d2f3194d7dd3b4.jpg

 

All'estremità del marciapiede lato Ovest occorre quindi installare degli Indicatori Alti di Partenza.

 

:ciao: 

 

 

Link to post

Abbiamo solo omesso l'informazione che non sono imperativi, quindi un loro eventuale supero se disposti a luce spenta non causa guaio alcuno, se non quello di non vedere appunto il loro aspetto 😉

 

Link to post
8 ore fa, Cancio ha scritto:

Dopo svariate decine di modelli, variamente componibili, realizzati (il cdp contiene 146 elementi solo per i segnali singoli e doppi), una fase di ricerca e sviluppo degna delle missioni marziane della NASA, speravo di non leggere questa domanda :rotfl:

 

 

 

Mi dispiace, Walter. Per un lunghissimo periodo di tempo non ho letto o scaricato oggetti dal sito. La cosa mi era assolutamente sfuggita. Non ne conoscevo la funzione e questo ha reso ancora più semplice la disattenzione. Non mi sarebbe sfuggita, anche se solo di passaggio, la messa in opera di "passaggi a livello".

 

:ciao:

Link to post
3 ore fa, helys ha scritto:

Non mi sarebbe sfuggita, anche se solo di passaggio, la messa in opera di "passaggi a livello".

 

Cosa c'entrano i passaggi a livello? :bho: :bho: :bho: 

Link to post

Era un modo di dire. I passaggi a livello sono un argomento che conosco. Gli indicatori alti di partenza, invece no. Passando sul sito a volo, sono costretto a mettere da parte gli argomenti che richiedono tempo per essere studiati, con l'impegno di rivederli in un secondo momento.

Purtroppo non sono un esperto di ferrovie reali come forse ricorderete. 

Il Covid ha mostrato mille modi per colpire. A me, fino a questo momento, ha rubato tutto il tempo disponibile, moltiplicando per mille i miei impegni di lavoro. E speriamo si fermi qui.

 

:ciao:

 

 

Link to post
15 ore fa, helys ha scritto:

Mi dispiace, Walter.

 

Marcello, era ovviamente tutto in tono scherzoso. Fossi stato risentito, non avrei manco risposto 🙂😉

L'ironia della sorte è che pochi minuti prima di leggere il tuo messaggio, Google foto mi ripropose come "ricordo" una corposa serie di ripetitori fotografati in tutte le angolazioni 😉, la cosa mi ha fatto tornare alla mente le fasi di sviluppo (ti garantisco che sono stato "frenato", fosse stato per me avrei infilato ancora nel pack qualche ulteriore casistica di qualche remoto scalo disperso lungo la rete ferroviaria d'Italia) e mi ha in qualche modo divertito il tempismo della tua domanda.

Qualcosa sfugge, specialmente quando il tempo non basta e i pensieri sono altrove.

 

37 minuti fa, helys ha scritto:

Il Covid ha mostrato mille modi per colpire. A me, fino a questo momento, ha rubato tutto il tempo disponibile, moltiplicando per mille i miei impegni di lavoro. E speriamo si fermi qui.

Speriamo di tutto cuore !!!

Un virtuale, ma non meno sentito, abbraccio !

:ciao:

 

 

  • Like 1
Link to post
Il 19/3/2021 alle 10:31, Cancio ha scritto:

Speriamo di tutto cuore !!!

Un virtuale, ma non meno sentito, abbraccio !

:ciao:

 

 

 

...che ricambio con affetto, nella speranza che anche per te e i tuoi cari, vada tutto per il meglio.

 

:ciao:

  • Like 1
Link to post
4 ore fa, UP844 ha scritto:

@helys

 

L'orientamento della mappa va bene così? Aggiungo i raccordi sul lato a sinistra (ovest)?

 

:ciao: 

 

Si Carlo perchè la piena linea arriva ad Oltena da est.

 

:ciao:

Link to post

...e qui cominciano i miei problemi con i segnali. 3 domande per cominciare.

 

1) Il segnale di protezione della stazione di Oltena deve essere a due vele?

2) Il segnale successivo a quello di partenza, deve essere posizionato sempre a circa 1 km?

3) I segnali di piena linea devono essere di prima categ. o di prima categ/avviso?

 

:ciao:

 

P.S.

Purtroppo non ho fatto in tempo a salvare, dal vecchio sito, la lunga discussione fatta con Cooper, all'interno della Due Golfi, con l'avvicinamento a Lantano Sud, che sarebbe stata molto utile :testa:

Link to post
1 ora fa, helys ha scritto:

...e qui cominciano i miei problemi con i segnali. 3 domande per cominciare.

 

1) Il segnale di protezione della stazione di Oltena deve essere a due vele?

2) Il segnale successivo a quello di partenza, deve essere posizionato sempre a circa 1 km?

3) I segnali di piena linea devono essere di prima categ. o di prima categ/avviso?

 

 

Domanda n.1

 

Per la n-esima volta (con n -> infinito): il posizionamento dei segnali non è casuale e non si decide esaminando le viscere di un animale sacrificale sotto la luna piena. Dipende dal tipo di indicazioni che si devono fornire al macchinista. Riducendo il 95% del Regolamento Segnali a due frasi:

 

1) se l'unica indicazione che si deve fornire riguarda l'occupazione della sezione di blocco posta dopo il segnale ("via libera" / "via impedita") si usa un segnale a 1 vela.

 

2) se, oltre all'indicazione riguardante l'occupazione della sezione di blocco posta dopo il segnale si deve fornire anche l'indicazione delle velocità da tenere ("corretto tracciato = velocità ammessa dalla linea" / "deviata = 30-60-100 km/h) si usa un segnale a 2 vele.

 

Una volta superato il segnale di protezione di Oltena, il treno può:

  • percorrere il binario 1, in corretto tracciato
  • raggiungere i binari 2-3-4-5, percorrendo delle deviate.

Quindi, come da punto 2 precedente, ci vuole un segnale di 1ctg/avv a 2 vele.

 

Ovviamente, anche il segnale precedente la protezione dovrà essere un 1ctg/avv a 2 vele, per preavvisare della condizione del segnale successivo (non sarebbe bello arrivare alla protezione alla velocità di linea e trovarsi un'indicazione di deviata da percorrere a 30 km/h).

 

Domanda n.2

 

 

Domanda n.3

 

E lo chiedi dopo aver posato 30 km di linea? :testa:.

 

Sulle linee principali della 2 Golfi i segnali in linea sono tutti 1ctg/avviso (com'è normale sulle linee principali). Continuerei così.

 

P.S. Prendi il testo in blu, copialo, stampalo e ponilo a lato del PC! :mrgreen:

 

:ciao:

Link to post

Probabilmente è colpa dell'età :rabbia:.

Continuo a sbagliare perché mi ostino a dare il significato di vela al numero di deviate che seguono e non all'indicazione di velocità.

Porta pazienza. È probabile che lo chiederò ancora :inchino: :classic_love:

 

:ciao:

 

 

Link to post

Dicono che un'immagine val più di mille parole :bho:.

 

Nel caso in alto, un segnale in A deve solo indicare al macchinista se la sezione A-B

  • è occupata (segnale rosso)
  • è libera (segnale verde)
  • è libera, ma la successiva è occupata (segnale giallo)

 

SEGNALI_1-2_vele.jpg.6984300c49fd85e6906c3ccccc14f2ce.jpg

Nel caso in basso, un segnale in A deve solo indicare al macchinista se la sezione successiva:

  • è occupata/libera/o libera con successiva occupata
  • è da percorrere in corretto tracciato (A-B) o percorrendo una deviata (A-C) con le relative limitazioni di velocità. La velocità a cui percorrere la deviata viene preavvisata dal segnale di avviso di A e confermata dal rappel su A. 

In ogni caso, non mi stanco di ripeterlo, analizza come i treni si muovono lungo la linea e nelle stazioni: tutto deriva da li, sia il posizionamento dei segnali, sia la configurazione dei piani di stazione e le lunghezze dei rispettivi binari.

Se non compi questo passo fondamentale, quelle che sono scelte di impianto motivate da argomenti oggettivi ti sembreranno sempre derivanti un'oscura disciplina tra l'occulto e la magia nera... con il sottoscritto nel ruolo del Gran Sacerdote/Stregone :mrgreen:.

 

:ciao: 

Link to post

Il marciapiedi tra il binario 3 e 4 di che larghezza deve essere? 

Come creo l'interbinario diverso da 4,5 mt per permetterne l'inserimento dopo la prima deviata a sin? A occhio?

 

:ciao:

Link to post
52 minuti fa, helys ha scritto:

Il marciapiedi tra il binario 3 e 4 di che larghezza deve essere? 

 

Il marciapiedi dovrebbe essere tra i binari 2 e 3, non tra il 3 ed il 4 :bho:.

 

Stasera ti posto la mappa finale, quelle sopra erano solo bozze: aspetta un momento!

 

54 minuti fa, helys ha scritto:

Come creo l'interbinario diverso da 4,5 mt per permetterne l'inserimento dopo la prima deviata a sin? A occhio?

 

No, impari a usare le DSLM/DSLB (Dime Spaziatrici Laterali Marciapiedi / Dime Spaziatrici Laterali Binario) e tutto si incastrerà al millimetro come già avviene con le DSF (Dime Scambi Fixed-Track) che già usi con profitto.

 

Dopo cena preparo apposito tutorial.

 

:ciao:

Link to post

Oltena, versione definitiva (i raccordi in seguito)

 

Oltena_v0-4.thumb.jpg.33be51eb39128476bab8faaf5e11a7a4.jpg

 

Note:

 

  1. Gli scambi indicati in giallo devono essere da 60 km/h (famiglie DSF-4 o DSF-5), tutti gli altri da 30 (famiglia DSF-3)
  2. I marciapiedi servono il binario 1 ed i binari 2 e 3 (interposto tra i binari 2 e 3)
  3. I binari 1-2 sono di corsa
  4. Il binario 3 serve per precedenze
  5. Il binario 4 serve per precedenze di treni merci o per treni merci destinati ai raccordi
  6. I binari 5-6-7 servono per ricovero di treni lavori - non sono elettrificati
  7. I binari di scalo (a ovest del FV) non sono elettrificati (compresa l'asta di manovra
  8. I binari al per i mezzi di lavoro (a est del FV) non sono elettrificati
  9. La prosecuzione del binario 4 che porta ai due binari di presa/consegna è elettrificata solo dove indicato in azzurro (*).
  10. Il binario che prosegue dopo i binari di presa/consegna deve scendere rispetto alla linea principale, però non mi ricordo più l'altezza del ponte che hai trovato :bho:. Data una lunghezza di 800 metri, con una pendenza dell'1% scendi di 8 metri (non so se bastano), con pendenza dell'1,3% di 10,4 metri (eventualmente rendi piano il tratto finale.

 

(*) I merci in arrivo/partenza dai raccordi arrivano e partono sul binario 4, che è l'unico a essere collegato al fascio presa/consegna.

Un treno in arrivo da Ovest retrocede fino a lasciare i carri su uno dei binari di presa/consegna, quindi la loco sosta sul tronchino o riparte isolata. Un treno in arrivo da Est arriva sul 4, quindi la loco passa in coda tramite il binario 3 e poi esegue la stessa manovra descritta per il treno in arrivo da Ovest. Per i treni in partenza, la procedura è inversa.

 

Dubbi, chiarimenti necessari?

 

:ciao:

Link to post

Ciao Carlo.

C'è una geometria stabilita per risolvere questa situazione?

 

1450744985_2021-03-23191751.thumb.jpg.7488cdaacb80382007fc0ebc4298ffe8.jpg

 

Come faccio a calcolare le sezioni di binario necessarie per collegare i due rami deviati?

 

:ciao:

Link to post

×
×
  • Create New...