Jump to content
IMPORTANTE - Lavori in corso - sito in costruzione - LEGGERE PREGO Read more... ×
Sign in to follow this  

About This Club

Dai plastici al sistema modulare, fino alle tratte di decine e decine di km, per passare poi all'automazione: oggetti e rotabili danno vita ad una vera e propria ferrovia virtuale !

  1. What's new in this club
  2. è molto probabile che su 2010 tutto il materiale provenga dai cdp "pre catastrofe" del vecchio sito, mentre quasi sicuramente sul 2012 sono tutti i cdp ripubblicati.
  3. Nei PL ho dovuto spostare i point, perché erano posti sotto il livello del suolo e le strade affondavano: se ti ricordi, sulla GRT Porrettana ce n'era uno, all'uscita di una stazione, dove il manto stradale arrivava a contatto con il terreno e sfarfallava da matti.
  4. Se gli oggetti "strada con stop" ed "incrocio a T" sono gli stessi (come versione) è possibile che la lunghezza della spline "strada con stop" sia vicinissima alla lunghezza definita per la spline. Se invece sono di versioni diverse, è possibile che: 1) la lunghezza definita per i singoli elementi della spline sia stata ridotta, e quindi nella stessa lunghezza ne appaiano due invece di uno. 2) siano stati leggermente spostati verso l'interno gli attachment point dell'incrocio (alcuni li avevano troppo vicini al bordo dell'oggetto. e si aveva una fessura tra incrocio e strada collegata). Di conseguenza, la lunghezza della spline potrebbe essere aumentata di poco, ma quanto basta a causare la visualizzazione dei due elementi anziché uno.
  5. Ad ogni modo provvedo a scorporare questi post da quello iniziale di Ettore, eliminando del tutto quelli di prova dei cdp caricati, con relativi problemi di thumbnail (che in verità avevo anche io in 2012 con il salvataggio 8 proveniente da 2010) e origine del mondo e che risultano comunque superati dalla versione in lavorazione. Noto solo ora, oltre i boschetti volanti, l'unica anomalia "macroscopica" che mi è saltata all'occhio è questa: 2010 2012 ovvero la linea di arresto dello stop "ripetuta" Che comodo ripescare gli allegati già caricati Cosa che si poteva anche fare con il vecchio motore per inciso, ma che non so perché non mi veniva spontaneo fare
  6. Poi bisognerà anche riprendere il discorso "elettrico" per cui abbiamo raccolto tanta documentazione .
  7. Ed ecco in 2012. A parte, come da tradizione delle tratte iniziate in 2010, qualche albero volante, direi tutto ok ! A sto punto, mi spiace tenerlo chiuso sull'hard disk, tempo di sistemare un paio di cosette e potrei anche provare a metterlo in test.
  8. Il carrello/paraurti è stato pubblicato come Carrello trasporto carri-terminatore binario,<kuid:69341:24007> e si trova qui: http://www.trainzitalia.com/forum/index.php?/files/file/59-pack-accessori-ferroviari-free-tb3-3-consolidare/ nella terza aggiunta (con il trasloco provvedo a consolidare tutti i pack che comprendono aggiunte)
  9. Ecco qua, sul 2010 ho trovato il salvataggio allo step 8: Binari Auran di default (non malaccio, anche se negli innesti dei deviatoi l'effetto non è molto bello, messi mi ricordo dopo un confronto di idee con Jango e in ottica "versioni successive" - di TrainZ. C'è anche il carrello stradale di Moreno trasformato in segnale di fine binario (@Carlo @UP844 , poi era stato pubblicato? Qui ho un kuid assolutamente provvisorio, ma mi pare che tu me l'avessi chiesto tempo fa): E ha trovato pure posto la cabina elettrica che avevo realizzato seguendo i vari tutorial di Gmax e prendendo spunto da una esistente al vero a Tortona: Non ho traccia del modulo 02 (devo vedere sul portatile) e c'è pure il 03, assolutamente inedito. Ettore, direi che poi scorporo dalla discussione questi post, sto virando quasi verso fuori tema.
  10. Una semplice idea, mutuata dal mondo del modellismo reale, per poter realizzare moduli che rispettando alcune caratteristiche che potremmo definire "standard", permettono di creare una "biblioteca" di elementi che combinati tra di loro, permettono di ottenere tratte complesse (da utilizzare così come ottenute dall'unione o come base per ulteriori elaborazioni) in maniera semplice e veloce. Proponiamo quindi qui le linee guida per il sistema modulare TrainZItalia, giunte alla revisione 2.2 del 20/11/2017, la più recente disponibile. Il file .ZIP Kit_Modulare_TB3-3.zip (<- click per scaricare) contiene: Il manuale in PDF con le specifiche aggiornate per la realizzazione di moduli compatibili con gli altri moduli TZIT, edizione del 2017 (integrano e sostituiscono la precedente edizione del 2015). I seguenti cdp: Dima posa binari moduli,<kuid2:138607:10000:2> Dima snap binari moduli,<kuid:69593:103250> Region Italia Moduli,<kuid2:138607:2000:2> Scambio Macaco FS 1,<kuid2:53261:25083:3> Modulo Base,<kuid:69593:103579> Il modulo base vede già posizionate le dime previste dal sistema modulare, su appositi layer. Buon divertimento !!! Kit_Modulare_TB3-3.zip
  11. Nessuna intenzione di lavorare su lavori altrui se l'autore non è scomparso. Ho fatto l''esperimento Zancaglia, ma giuro non lo farò mai più. (vedi discussione)
  12. Piccola "cronistoria" di questo modulo. Realizzato prima della nascita di quella che fu "TZIT Pro", si basa su un modulo visto in esposizione in un evento a Fossano. Il modulo ricrea l'atmosfera di una stazione di area presumibilmente "padana", inserita in un contesto agricolo; probabilmente per sfruttare al meglio le dimensioni del modulo, i creatori hanno scelto di ricreare la situazione in cui la linea correva lontana dal tessuto urbano del paese interessato: assenza di edifici fatto salvo quelli di servizio ed un piccolo inserimento agricolo, accesso alla stazione tramite un viale, questo modulo mi aveva catturato per la sua semplicità che comunque includeva una gran quantità di dettagli. Linea a binario singolo, con raddoppio in stazione, binari tronchi con magazzino e connessione con piccola rimessa e zona di carico scarico. Questo quanto realizzato all'epoca seguendo le indicazioni della prima versione delle linee guida modulare. Per riempire il quadrotto ho realizzato un piccolo paesino (pugno di case, chiesa, oratorio e trattoria lungo la strada) e un raccordo di un'industria (entrambi più che dismessi) per le zone ad immediato ridosso della ferrovia, cascina e chiesa isolata dal resto del paese, in ambito quasi campestre (liberamente ispirato ad uno scorcio che all'epoca vedevo tutti i giorni quando viaggiavo, nei pressi di Lungavilla, divenuta in seguito Pizzale-Lungavilla). A differenza dell'originale non vi è marciapiede centrale. Questo un piccolo "estratto" dopo un primo intervento di aggiornamento: - binari non chunky (provenienza DLS se non ricordo male) - adottati alcuni alberi di claim, ancora a plane ma più efficaci della vecchia plantumazione 2D (ma la vegetazione deve essere ancora rivista) - qualche sostituzione (rimessa "doppia" - tra l'altro quella scelta, realizzata da Moreno, è praticamene identica a quella usata dai plasticisti "reali" ; unica differenza che la nostra non è "passante" - anziché due singole affiancate come nell'antica versione) Nei post di seguito l'effettivo avanzamento dei lavori. Anche il modulo reale col passare del tempo fu ampliato: rivisto a Novegro, mostrava qualche modifica alla zona del deposito (ma a me la torre idrica piace di più dove l'ho ipotizzata ) oltre che essere stato connesso ad ulteriori moduli: uno con un bel scalvalco di un corso d'acqua (che ha anche un piccolo porto fluviale) e poi un modulo "in curva" con un po' di collina e tanto di galleria:
  13. Il <kuid:69341:101429> TZIT-1-S-P-EO-Cancio01 2012 = NO che hai a disposizione, è "superato" da alcune modifiche che avevo cominciato a fare. Il modulo originario era stato sviluppato su TRS 2004 addirittura, ho un rimodernamento sviluppato principalmente su 2010 che ho provato a inserire in 2012 (e qui, a parte un errore sul container screenshot, non da problemi particolari. <kuid:69341:102275> TZIT-1-S-P-NS-Cancio02 non lo ho sul pc fisso, probabile che sia ancora sul portatile, comunque è sostanzialmente ispirato ad una stazione della Transpadana, peraltro con l'orientamento completamente errato. Possiamo vedere se vale la pena o meno mantenerlo. Ho aperto discussione apposita per il mio modulo 01, eliminando tutte le prove di Gigi e Carlo, in quanto fatte su un cdp che è in realtà "obsoleto"
  14. Purtroppo ci sono alcuni problemi. Alcuni moduli funzionano bene sia in 2012 che in 2019 Qualcuno solo in 2012. Qualcuno da nessuna parte Moduli 2.txt
  15. Le MD non sono poi molte, e parecchie si ritrovano in moduli diversi. Probabilmente è tutta roba ancora da ripubblicare Moduli.txt
  16. @ Carlo Riassumo qui la situazione dei vecchi moduli che mi hai inviato. Dove possibile, li ho già convertiti a build 3.7, tanto per avanzarti un po' di lavoro.
  17. Christian2000

    Immagine 039.jpg

    Bella
  18.  
×