Jump to content

UP844

Administrators
  • Content Count

    4,579
  • Joined

  • Last visited

5 Followers

About UP844

  • Birthday 11/28/1961

Personal Information

  • TrainZ version
    TS 2012
  • My Homeplace
    Genoa
  • Country
    Italia

Recent Profile Visitors

2,370 profile views
  1. Tutto il discorso si riferisce ai segnali TrainZItalia, scaricabili al link che ha postato Pegaso, che permettono di riprodurre le situazioni al vero sulla rete RFI. Ogni nazione (e, negli Stati Uniti, ogni compagnia ferroviaria) ha il proprio sistema di segnali, diverso da quelli di tutti gli altri. Spiacente, ma non li conosco tutti. Non correre, e soprattutto non insistere nel risolvere immediatamente il singolo problema. Se impari il metodo da applicare in tutti i casi, ci vorrà più tempo adesso, ma ti risparmierai incazzature e perdite di tempo in seguito. Altri
  2. Proviamo, iniziando dalle basi. Per favore, se non capisci qualcosa, specificalo subito. il tipo di segnale da posare dipende dalla configurazione del binario che segue il segnale, fino al segnale successivo. se il segnale è seguito da una sezione di binari senza scambi, si usa un segnale a una vela se il segnale è seguito da una sezione di binari comprendente uno o più scambi (che possono essere percorsi in corretto tracciato alla velocità di linea o a velocità ridotta sul ramo deviato) si usa un segnale a due vele nell'immagine qui sotto: il se
  3. Perché? Sia i segnali di protezione, sia quelli di partenza si riferiscono ad itinerari su cui è possibile l'instradamento in corretto tracciato o in deviata, quindi devono essere almeno a 2 vele. Quelli che si riferiscono ad itinerari su cui è possibile l'instradamento su doppia deviata dovrebbero essere a 3 vele, se le deviate sono differenti per limite di velocità ammesso. Non sono un po' pochi? Perché le marmotte? In Trainz non possono funzionare come al vero e mettendole a distanza così ravvicinata da un segnale ottieni di avere un preavviso br
  4. Rosea non è... . Ho provato ogni soluzione che mi è venuta in mente, incluso clonare tratta e sessione e lasciare il PC in funzione tutta la notte (dal momento che un Database Repair può diurare 5-6 ore, ho pensato che forse il gioco avesse bisogno di tempo per trasferire tutto), ma non ho avuto alcun successo. Purtroppo l'unica che funziona è quella di trasferire individualmente gli oggetti dal livello sessione al livello tratta (praticabile e desiderabile - per passare il tempo - solo in caso di condanna all'ergastolo in isolamento), Il numero di ogget
  5. Pressoché tutti i carri TrainZItalia, man mano che vengono ripubblicati, vengono resi interattivi, se già non lo erano. Le uniche eccezioni sono i carri di tipo: E (aperti a sponde alte a due assi) Eaos (aperti a sponde alte a carrelli) Ks (pianali a sponde basse a due assi) Vfcc (tramogge per pietrisco a due assi) Vfaccs (tramogge per pietrisco a carrelli) che esistono sia in versione interattiva (con suffisso "int" nel nome) sia in versione non interattiva (vuoti o con carichi fissi).
  6. La modalità "Cab" non ha niente a che vedere con il punto di vista: è quella in cui manovri freni, regolatore ed altri comandi. Usi quella o usi la rotella per comandare la marcia avanti/indietro? Guidi tu manualmente, o dai degli ordini al treno (e quindi guida l'IA)? Nel primo caso, se non ci sono pendenze non riesco a capire come possa accadere ciò che descrivi. Nel secondo, se le stazioni sono interattive, può essere che la loro presenza ripristini il limite di velocità predefinito (64 km/h = 40 MPH). Ci sono dei segnali lungo la linea?
  7. Fulvio, in genere se nella finestra di segnalazione di errore è presente il tasto "More", ti dovrebbe dire quale script (file "*.gs") causa il problema ed il KUID dell'oggetto che usa tale script. P.S. Giusto per saperlo, si tratta di uno dei nostri Eaos (non per altro, ma il problema si estenderebbe a decine di carri... mi farebbe piacere saperlo).
  8. Non sono scomparso, sto facendo ogni genere di prove...
  9. Scaricata, dopo cena provo e riferisco!
  10. Il "Trento" era un incrociatore pesante e, oltre a essere molto più piccolo e snello aveva una configurazione assai diversa (2+2 torri binate delle artiglierie principali, fumaioli ampiamente separati, sovrastrutture assai ridotte) Quella nell'immagine è una delle tre navi da battaglia della classe "Littorio": Littorio, Vittorio Veneto e Roma (2+1 torri trinate delle artiglierie principali, fumaioli ravvicinati, sovrastrutture molto più massicce). Non saprei dire di quale delle tre si tratti: la Roma aveva il ponte a prua più rialzato (un maggior "cavallino") ma è diff
  11. Puoi inserirle come allegato ad un messaggio, oppure - se superassero le dimensioni consentite - mandarle via mail (in questo caso, avvisaci e ti manderemo gli indirizzi via MP).
  12. Stavo giusto per suggerirti di fare l'esperimento, ma poi ho pensato che - come confermi - si sarebbero voluti mesi. Che io sappia, l'unico modo possibile (che però non ti funziona) è quello di unire il livello tratta (route-layer) con quello sessione (session-layer). Se vuoi provare a postare la tratta e la sessione, possiamo provare a vedere se è un problema dovuto a qualche particolarità del tuo PC o del tuo Trainz, o meno.
×
×
  • Create New...