Jump to content

Video Ferroviari


Recommended Posts

Stranezze svizzere:  usare la corrente elettrica al posto del carbone. Caso speciale delle locomotive e3/3  che inizialmente erano locotender a vapore e durante la seconda guerra mondiale,  per ovviare alla scarsità del carbone hanno dotato di  bollitori elettrici
 

 

  • Like 1
Link to comment
  • 4 weeks later...

Tra Milano e Genova, anno 1993: tolte pochissime apparizioni di E.633 prima serie (le nonne del mio PC :mrgreen:), per il resto è il trionfo del reostato, soprattutto E.626 ed E.636. Diverse chicche qua e là (E.321+E.322 con le tradotte per le Officine di Genova Trasta, per esempio...)

 

Parte 1

 

 

Parte 2

 

 

:ciao:

  • Like 2
  • Thanks 3
Link to comment

Sono decenni che i costruttori americani non realizzano locomotive per treni passeggeri, e non è che i loro ultimi sforzi siano stati particolarmente riusciti. Inoltre, si tratta di un segmento di mercato di nicchia (si parla di serie di poche decine di unità). I tempi delle GG1, delle EMD E e delle ALCo PA sono ormai lontani...

 

Tra le elettriche, le E 60 dimostrarono una preoccupante tendenza allo svio a velocità superiori a 90 MPH e in seguito Amtrak (e le altre compagnie della costa est con servizi passeggeri) ricorsero a locomotive di concezione europea:

  • AEM-7/ALP-44 (ASEA Rc4)
  • HHP-8 (derivate dalle BB36000 "Astride", non troppo riuscite)
  • ALP-46 (versione americanizzata delle TRAXX)
  • ACS-64 (versione americanizzata delle Vectron)

 

Per le locomotive Diesel, la situazione è un po' migliore, anche perché le velocità richieste sono assai minori(*), con le varie EMD F40, F59, F59PHI, P42, e le MPI MPX-36.

Negli ultimi anni però, là dove sono necessarie velocità maggiori sono comparse le ALP-45 (TRAXX Diesel) e le varie versioni delle ALC-42 Charger (essenzialmente, una Vectron Diesel)

 

:ciao:

Link to comment
×
×
  • Create New...