Jump to content

Marco

Gold Member
  • Posts

    220
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Marco

  1. Forse c'è qualcosa che mi sfugge...... Ho posizionato i cartelli kilometrici in un senso e anche nell'altro della tratta (chiaramente alla sinistra per ogni senso di marcia), in teoria io dovrei leggere solo quelli sulla mia sinistra, e non anche quelli sulla mia destra che indicano i km per l'altro senso di marcia, oppure è normale così? Mi sembra fuorviante perchè la misurazione è diversa a seconda del senso di percorrenza.
  2. Nessun problema, mi sono armato di santa pazienza e ho messo i cippi a mano
  3. Ok quindi indico io i km e non vengono calcolati automaticamente?
  4. Ho tolto la pausa, ho messo il primo pannello (che in origine si chiamava CPK-000 1, l'ho rinominato CPK-000 (e sul pannello è comparso 0, ok), poi ne ho aggiunto un altro a circa 1010 m (senza cambiargli nome perchè dovrebbe essere in automatico) e anche questo riporta 0, evidentemente sbaglio qualcosa.
  5. Ho impostato il primo a 0, e il successivo mi da ancora 0
  6. Mi chiedevo se per caso esistono segnali del genere, (mi pareva di sì, ma non ne sono sicuro), da porre a lato del binario, che riportano la distanza in km dall'inizio tratta (o stazione precedente al segnale per esempio). Tipo quelli che si trovano lungo le strade.
  7. Buonasera, mi è stato detto che tecnicamente la locomotiva in testa al treno viene definita "trattore". A voi risulta questa cosa?
  8. Faccio un esempio, c'è il carro Coca Cola, ma non la Coca Cola nell'elenco, stesso discorso per quello Belmonte.
  9. Questo per qualunque tratta? Tra Capranica e Vejano-Barbarano è la sezione più lunga, circa 7 km, mentre da Civitella-Cesi a Le Pozze vi sono nemmeno 3 km, le altre sezioni sono incluse tra questi estremi, quindi per ognuna di esse calcolo un unico posto di blocco?
  10. Ok, ma ovviamente non sono le città che si adattano alle ferrovie, ma il contrario, quindi le distanze non sono messe a tavolino. Caso pratico: sto rifacendo la ferrovia (in disuso) Capranica - Civitavecchia non con lo stesso tracciato ma le stesse distanze e gallerie, tra Vejano-Barbarano e Bandita di Barbarano ci stanno 3800 m quindi..... primo segnale avv a 1200, poi 1 ctg a 2400, poi di nuovo avv a 3600..... e gli ultimi 200 m come li copro? Ho messo un avv/1ctg anzichè avv ma non so se è corretto. Nota doverosa, la linea NON era elettrificata, era binario unico con unici punti di incrocio i raddoppi nelle stazioni, ma questo è ininfluente, nella realtà le ferrovie attuali non credo che siano sempre calcolat multipli 1200 m, a volte capitano di meno, quindi ci deve essere qualche scappatoia che mi sfugge.....
  11. Caso pratico: ho la stazione di testa e dopo 1200 m una stazione in piena linea (da definizione usata precedentemente, è una fermata). Cosa uso? Il segnale di partenza della stazione di testa è normale 1ctg o accoppiato avv/1ctg, fermo restando che quello di protezione della stazione successiva è di 1ctg? Inoltre, come va calcolato lo spazio tra il segnale di protezione della stazione e quello successivo di partenza? Perchè sicuramente è inferiore ai 1200 m, quindi ricomincio a calcolare i 1200 m da quello di partenza? Mi sto incasinando ...... Credo che devo approfondire l'argomento, e anche di molto, io pensavo che OGNI stazione dovesse sempre avere segnali di protezione e partenza, mi sbaglio?
  12. Si decisamente, quindi uso il segnale accoppiato avv/1ctg e poi metto direttamente il segnale di protezione prima della stazione successiva?
  13. Quindi avendo io messo segnali ogni 600 m avrò problemi, ok faccio prima a togliere e riposizionare le stazioni tanto a parte la ferrovia non ho altri elementi dello scenario essendo una tratta di fantasia
  14. Ok, ma se nei 1200 m di blocco c'è una stazione come mi regolo, come faccio il conteggio?
  15. Si Si, ho casa a Chiavari, nella riviera di Levante, direttamente sulla ferrovia, dove una volta stava un fascio di binari morti come deposito ma che ora hanno smantellato
  16. Si, ma per esempio, ho messo due stazioni molto vicine, meno di due km, credo che nella realtà questo non succeda, quindi mi trovo un po' spiazzato con le misurazioni dei 1000 m tra due segnali
  17. Buonasera, che criterio usate per la disposizione dei segnali in piena linea (alternanza avviso / 1 ctg)? Immagino che riproducendo una linea reale la cosa è più semplice, sapete già dove metterli, ma in una linea di fantasia? Vi attenete alle regole reali della disposizione dei segnali (anche come distanza tra di loro) o vi concedete qualche licenza poetica nel limite del possibile?
×
×
  • Create New...