Jump to content

Segnali.....


Recommended Posts

Dunque, la situazione è questa: creato uno scambio, come individuo il corretto tracciato da quello deviato, in modo tale che il segnale di protezione (a doppia vela tonda) lo indichi correttamente?

grazie per le delucidazioni

Link to comment

Devi mettere uno di questi oggetti lungo il ramo deviato:

 

Velocita 30 -,<kuid2:487200:24404:3>
Velocita 60 -,<kuid2:487200:24405:3>
Velocita 100 -,<kuid2:487200:24406:3>

 

La presenza di uno di questi oggetti definisce l'itinerario lungo cui si trova come una deviata, anche se il binario è perfettamente dritto.4

 

31427378_segnale2vele.jpg.77a9e4d3f36ccbdb5cd854f550344a6c.jpg

Nel caso qui illustrato, un "Velocita 30-" è posto sul ramo deviato.

Quando lo scambio è disposto per il corretto tracciato, il segnale, "guardando" avanti a sé, non "vede" nulla di particolare e quindi mostrerà il verde.

Quando lo scambio è disposto per la deviata, il segnale "vede" l'oggetto "Velocita 30 -", mostra il giallo/verde e impone un limite di 30 km/h a partire dalla posizione del segnale.

 

Nel caso al posto dell'oggetto "Velocita 30 -" ci fossero i similari "Velocita 60 -" o "Velocita 100 -" il segnale mostrerebbe l'aspetto corrispondente (giallo/verde lampeggiante, contemporaneamente o alternativamente) e imporrebbe il relativo limite di velocità (60 o 100).

 

ATTENZIONE: gli oggetti si chiamano "Velocita" senza accento, perché Trainz digerisce male i caratteri non anglosassoni.

 

Nel tuo caso specifico, la presenza del triangolo con limite a 30 km/h dovrebbe imporre tale limite su entrambi i rami. Non so cosa possa succedere se posi un "Velocita" da 60 o 100... :bho:. Facci sapere...

 

:ciao:

 

 

Link to comment

Non è che la segnaletica sia il mio forte, comunque dipende dalla configurazione dell'impianto.

 

Nel caso della figura, e supponendo che sulla destra (non visibile) i due binari si riuniscano, il segnale funge da protezione della stazione/posto di movimento, quindi può essere un accoppiato (credo... anche se, in mancanza di tronchini non dovrebbe essere possibile l'ingresso contemporaneo, ma non ho mai provato ad affrontare il problema...).

 

:ciao:

Link to comment

Come giustamente dice Carlo dipende dal tipo di  impianto e di linea (cosa che tu non ci dici per cui non si sa cosa ci sia dopo lo scambio).

Semplificando

Se i segnali sono concatenati (ogni segnale funge da protezione della propria sezione di blocco e da avviso per la successiva) avrai un segnale a due vele (1ctg/avv) che protegge lo scambio (luci fisse) preceduto da un segnale sempre a due vele (1 ctg/avv) che funge da avviso e che avrà luci fisse o lampeggianti in base alla velocità consentita in deviata.

Se i segnali non sono concatenati avrai un segnale di avviso (2 vele) e un segnale di prima categoria (2 vele).

ATTENZIONE però che i segnali possono cambiare in base a cosa c'è dopo.

Se si tratta di un binario tronco vale quanto sopra.

Se si tratta di un raddoppio (binario di incrocio) in corretto tracciato il segnale successivo sarà ad una sola vela (1 ctg/avv o 1 ctg in base al tipo di linea) perché non vi sono ulteriori deviate. Sul secondo binario il segnale di partenza sarà ad una vela con triangolo (30 o 60) in base alla velocità consentita in deviata.

 

:ciao: 

 

Link to comment

Dunque, sto sperimentando i segnali, prima di fare un vero e proprio tracciato. In particolare, in questo caso, avevo riprodotto praticamente lo stesso schema di UP844 con la differenza che il ramo deviato, sempre provenendo da sinistra, è il ramo sx dopo lo scambio e non quello destro (particolare trascurabile). In effetti, ho messo un segnale di 1ctg/avv a due vele che protegge lo scambio, preceduto da uno di avv sempre a due vele, nel quale ho effettivamente riscontrato le combinazioni corrette di luci verdi/gialle, a seconda della velocità impostata sul ramo deviato.

Riguardo l'interrogativo che mi ha posto circa porre il segnale a triangolo di 30 km/h e poi provare a mettere sul tracciato velocità non corrispondenti (cioè 60 e 100), ho riscontrato che il semaforo di avviso ignora il triangolo e da priorità alla velocità impostata sul ramo deviato, quindi luci verdi e gialle lampeggianti a 60 e alternate a 100.

 

Colgo l'occasione per segnalarvi, ma probabilmente non ce n'è bisogno perchè già lo conoscete, il fascicolo TuttoTreno Tema N° 13 "Tutti i segreti dei segnali" della DueGi Editrice.

Link to comment

Un'avvertenza: dopo la stazione, posa un cartello indicatore di velocità (al limite uno invisibile), anche se questo non sarebbe a stretto rigore necessario.

 

segnali-2.thumb.jpg.69a3ada7b1930ebfb8699aef62bd8633.jpg

Questo perché un treno che entri nella deviata si vede imporre:

  • il limite associato alla stessa (30 o 60, i deviatoi da 100 solitamente sono usati solo per bivi in linea) quando oltrepassa l'avviso della protezione
  • il limite associato al segnale di partenza, quando lo oltrepassa.

Se non fosse presente il cartello indicatore di velocità, il treno:

se condotto dall'IA, continuerebbe a procedere alla velocità impostagli dal segnale di partenza.

se condotto dal giocatore continuerebbe a vedersi imposto il limite impostogli dal segnale di partenza. Se la sessione comporta penalità per la velocità eccessiva, o se sono presenti regole che fanno terminare la sessione in caso di supero limiti, potrebbe non essere simpatico :mrgreen:.

 

3 ore fa, Marco ha scritto:

Colgo l'occasione per segnalarvi, ma probabilmente non ce n'è bisogno perchè già lo conoscete, il fascicolo TuttoTreno Tema N° 13 "Tutti i segreti dei segnali" della DueGi Editrice.

 

Mi associo, fascicolo caldamente consigliato!

 

:ciao:

Link to comment
5 ore fa, Marco ha scritto:

Riguardo l'interrogativo che mi ha posto circa porre il segnale a triangolo di 30 km/h e poi provare a mettere sul tracciato velocità non corrispondenti (cioè 60 e 100), ho riscontrato che il semaforo di avviso ignora il triangolo e da priorità alla velocità impostata sul ramo deviato, quindi luci verdi e gialle lampeggianti a 60 e alternate a 100.

 

Nella realtà il triangolo non è un segnale ma un semplice cartello che indica al macchinista che da quel punto in avanti, per percorrere il successivo gruppo di scambi, deve mantenere una velocità di 30 o 60 Km/h. In trainz il treno "legge" la presenza della nuova velocità ma, correttamente, non influenza l'aspetto dei segnali perché questi sono relativi all'itinerario di arrivo mentre il triangolo influenza la velocità di quello di partenza.

 

 

 

:ciao:

Edited by gigi-mmo
Integrazione
Link to comment

Giuro! Questa AI mi manda fuori di testa..... Non capisco con quale logica funzioni. Allora, ho riprodotto esattamente il tracciato di UP844 con linea deviata sulla sinistra, provenendo da sinistra, ovviamente. Poi..... ho messo un treno fermo nel tratto normale, mentre un secondo treno, dietro a questo, prima del segnale di protezione di ingresso stazione, ho impostato un trackmark alla fine del tracciato, tutto sulla destra, che questo secondo treno dovrebbe raggiungere con un'istruzione Drive To Trackmark. Mi aspetto che questo secondo treno prenda il tratto deviato, superi il treno fermo, e rientri poi nel tracciato normale.... e invece no! Si intestardisce a volere passare ad ogni costo nel tracciato normale, occupato dall'altro treno, anzichè andare nel tratto deviato. Allora, è normale questo, cioè devo presumere che il treno andrà sempre e solo a cercare l'itinerario normale, e se lo trova occupato non considera affatto le alternative, oppure c'è qualcosa che non va nell'AI?

Nella foto il primo scambio in basso a dx è impostato come dovrebbe essere, verso sinistra, nella realtà dei fatti poi la AI indirizza il percorso a destra.

trainz01.jpg

Link to comment

:classic_laugh: Benvenuto nel mondo di trainz.

 

L'AI sceglie sempre il percorso più breve. Devi mettere un trackmark anche sul ramo deviato e dare una doppia istruzione. Navigate via (nuovo trackmark) e navigate to (vecchio trackmark)

 

:ciao:

  • Haha 1
Link to comment
16 minuti fa, Marco ha scritto:

Giuro! Questa AI mi manda fuori di testa.....

 

Benvenuto nel club! Comunque non è letale, alcuni di noi ci si picchiano da quasi vent'anni :mrgreen:

 

Prova a usare il comando "Navigate to Trackmark": dovrebbe[*] essere un filo più intelligente. Facci sapere...

 

[*] Il condizionale è l'unica forma verbale adatta quando si parla di Trainz, soprattutto dell'IA. Come dissi tempo fa, "Trainz fa sempre qualcosa, anche se spesso non è ciò che ci aspettiamo" :mrgreen:

 

:ciao:

Link to comment

Con il doppio Drive (Via e To), la cosa ha funzionato.

15 minuti fa, UP844 ha scritto:

Prova a usare il comando "Navigate to Trackmark": dovrebbe[*] essere un filo più intelligente. Facci sapere...

Il comando Navigate To Trackmark non l'ho trovato, ma solo il Navigate To che però non include i trackamrk, forse ti riferivi al Drive To.

Link to comment
33 minuti fa, UP844 ha scritto:

alcuni di noi ci si picchiano da quasi vent'anni :mrgreen:

 

Proprio ieri stavo effettuando i test finali della sessione della Sebino. Le ultime manovre si svolgono a Marone. La loco del player era ferma sul tronchino del magazzino merci in attesa del transito di un merci di materiale siderurgico. Ad un certo punto ho visto scattare lo scambio e mi sono ritrovato di fronte il muso di una DE 520. Avevo dimenticato un "navigate via" :testa:.  La sessione dura due ore ed essendo a Marone mancavano solo una ventina di minuti :impiccato:

Edited by gigi-mmo
Link to comment
50 minuti fa, Marco ha scritto:

Con il doppio Drive (Via e To), la cosa ha funzionato.

 

Avendo a che fare con l'IA, conviene sempre "costringerla" dandole ordini molto specifici (come in questo caso). 

 

Per esempio, supponi di avere una linea a doppio binario con le classiche doppie comunicazioni all'estremità delle stazioni.

 

Per far andare un treno dalla freccia (stazione A) fino alla stazione successiva (il trackmark B) dovrebbe essere sufficiente un semplice ordine "Drive To/Navigate To B".

Tuttavia, se il percorso sul binario di destra fosse più breve, anche solo di 10 centimetri, il treno passerà sul binario di destra e poi ritornerà su quello di sinistra una volta arrivato alla doppia comunicazione presso "B". 

Per evitare ciò, conviene posare due trackmark (che ho indicato in blu solo per evidenziarli) a metà percorso e, per far andare il treno da A a B, impartire due ordini:

1) "Drive via/Navigate via A>B" (il treno seguirà il percorso più breve, rimanendo sempre sul binario di sinistra)

2) "Drive To/Navigate To B" (dal trackmark "A>B" la via più breve è quella di rimanere sempre sul binario di sinistra)

drive.thumb.jpg.622a82a40bff473f85a661facba29bb6.jpg

1 ora fa, gigi-mmo ha scritto:

Le ultime manovre si svolgono a Marone.

...

Ad un certo punto ho visto scattare lo scambio e mi sono ritrovato di fronte il muso di una DE 520.

 

A Marone succede questo ed altro...

 

re205xohX_20091105.jpg

 

:ciao:

Link to comment

E' assolutamente vero che prima di ogni scambio ci deve essere obbligatoriamente un segnale? Mi spiego. Ho i due binari paralleli, e il tipico raccordo di passaggio da un binario all'altro. Sicuramente su entrambi i binari ci sono segnali adeguati, ma ci devono essere anche nel binario di raccordo? Allego due files di esempio, con e senza marmotte, con la precisazione che qui lo spazio per metterle c'era, ma mi sono capitati molti casi, dove invece il binario di raccordo era così piccolo che era impossibile metterle.

A - Senza marmotte.jpg

B - Con marmotte.jpg

Link to comment
30 minuti fa, Marco ha scritto:

E' assolutamente vero che prima di ogni scambio ci deve essere obbligatoriamente un segnale?

 

No. Un segnale può proteggere sia un singolo scambio che un intero gruppo di scambi.  La marmotta che hai posato è del tutto inutile ed irreale il quanto la comunicazione è già protetta dal segnale. Le marmotte vengono utilizzate prevalentemente in ambito di stazione dove consentono di creare brevi itinerari di manovra. Hai posato dei segnali a vela quadra per cui presumo che sia una linea a doppio binario banalizzata. L'interasse tra i due binari dovrebbe essere di 4 - 4,5 metri.

 

Link to comment

Io l'avevo interpretato come estremità di un raddoppio su linea a singolo binario (ho già avuto difficoltà a vedere le marmotte, figuriamoci le vele quadre :rotfl:).

 

In tale situazione, i segnali vanno posati in relazione a ciò che devono proteggere, ovvero:

per il segnale di protezione, i binari di stazione dopo la traversa limite (dove teoricamente potrebbe esserci la coda di un treno)

per i segnali di partenza, sempre la traversa limite: il segnale rimane a via impedita se

1) lo scambio non è girato verso il binario a cui si riferisce il segnale

2) la tratta dopo il segnale e fino al segnale successivo (la protezione della stazione successiva) è occupata da un treno

 

In realtà, il segnale di protezione è molto più arretrato, in modo da trovarsi alla normale distanza di blocco (1200 metri) dai segnali di partenza posti nella stessa direzione (non rappresentati in figura)

segnali-3.thumb.jpg.53c5197c5b61bbf836cc01c074465f40.jpg

 

In quello che ho interpretato come un tronchino, non sono necessari segnali, a meno che non si tratti di una grossa stazione.

Se si tratta di un semplice tronchino molto breve, non verrà pressoché mai occupato.

Se si tratta dell'asta di manovra che dà accesso a uno scalo o un raccordo, i movimenti saranno eseguiti come manovre. In una stazione medio-grande sarà presente una marmotta.

Per inciso, purtroppo Trainz non permette di differenziare tra "treni" e "manovre" (abbiamo estesamente esplorato la questione tempo addietro) e quindi le marmotte sono segnali esattamente come gli altri.

 

Ultima nota: a meno che non si tratti di un movimento di manovra, si cerca di evitare far partire un treno per poi farlo fermare 50 metri dopo: la fase di avviamento è quella che richiede il maggiore sforzo di trazione e che, di conseguenza, infligge il maggior logorio agli organi meccanici nonché, per le locomotive elettriche, richiede la maggior erogazione di corrente dalla sottostazione.

 

:ciao: 

Link to comment

La configurazione è rarissima ma non del tutto irrealistica: ne ho un esempio a un paio di chilometri da casa (Genova via di Francia), dove hanno realizzato un marciapiedi così corto che persino i TAF rimanevano con un elemento fuori dal marciapiede :suicide:. In questo caso, tuttavia, viene effettuato servizio viaggiatori in un solo senso (anche perché non ci sono scambi).

 

Non potresti usare una stazione con 2 binari? :bho: 

 

:ciao:

Link to comment

Se ne trovassi una da mettere, sì, sarebbe meglio se fosse già pronta, altrimenti ne dovrei mettere due come questa (che è la small, oppure anche più grandi), una per ogni senso di marcia. Magari voi ne conoscete una già pronta da scaricare......  👼

Link to comment

Queste sono quelle che ho trovato, built-in in TS12, non so se siano presenti in TRS19:

 

Station Wallangarra,<kuid2:30501:1005:2> (non so se sia presente in DLS)

Brick Station medium2,<kuid:-25:267>

Small Station,<kuid:-25:874>

Passenger Station,<kuid2:44179:60010:1>
 

Pendolino_20211115_0003.thumb.jpg.d6c0997bc50a4be99159b26e591372ce.jpg

 

Nessuna di queste somiglia pur vagamente a una stazione FS, e la configurazione "a isola" è rarissima, però hanno due binari.

 

Che io sappia, non ci sono stazioni FS interattive: abbiamo provato a realizzare qualche prototipo e - pur non essendo difficilissime da realizzare - la  procedura è lunghissima (e noiosissima) per la necessità di posizionare decine di punti in cui appaiono i passeggeri. Inoltre, a meno di realizzare qualche decina di stazioni :suicide:, il sistema sarebbe poco flessibile. Ti suggerirei di dare un'occhiata a questo tutorial (devi prima iscriverti al Club TrainzItaliaPedia) su un sistema molto più flessibile.

 

 

:ciao:

Link to comment
×
×
  • Create New...